L’automotive italiano guarda al Brasile

L’evento, che si terrà dal 16 al 20 aprile a San Paolo, è uno dei principali appuntamenti settoriali in Sud America, coprendo tutte le merceologie collegate al settore automobilistico (componentistica, accessori, ricambi, prodotti per l'auto, attrezzature per garage ed auto-officine).

La partecipazione del nostro paese è organizzata dall’Ice, in collaborazione con Anfia, Aica e con il contributo della nostra rete diplomatica nel paese latino americano, che si è occupata di sensibilizzare gli operatori locali sulle eccellenze del made in Italy e ha svolto un ruolo di coordinamento per quanto riguarda i contatti tra le aziende italiane e le istituzioni e le realtà locali.

In particolar modo facilitando e preparando il terreno per gli incontri B2B che si terranno a margine della Fiera. Il Brasile rappresenta per le imprese della componentistica e ricambistica di veicoli a motore un mercato di forte interesse. Si stima che il giro di affari del settore nel paese chiuderà il 2013 con circa 52,4 miliardi di dollari, dei quali il 35 per cento rappresentato da importazioni, e con un incremento del 7,7 per cento rispetto al 2012.

L’Italia, con una quota di mercato del due per cento e del sei sulle importazioni, è il settimo principale fornitore estero del Brasile nel segmento.

Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.